Euratex chiede a UE di tenere sotto controllo l'aumento dei prezzi di petrolio e gas

Bruxelles, 2 marzo 2022 – Nonostante il sostegno del settore alle sanzioni in vigore contro la Russia, EURATEX sottolinea che le aziende rischiano di interrompere la produzione se i prezzi dell'energia e del gas continueranno a salire.

La crisi energetica iniziata alla fine dello scorso anno è andata peggiorando nell'ultima settimana. I prezzi di energia, gas e petrolio sono saliti alle stelle. Secondo Reuters, l'anno scorso i prezzi del gas europeo di riferimento presso l'hub TTF olandese sono aumentati del 330%, mentre i contratti elettrici di riferimento tedeschi e francesi sono più che raddoppiati.

Il settore tessile e dell'abbigliamento sta affrontando una situazione senza precedenti. Molte aziende stanno valutando la possibilità di interrompere la produzione a causa dei costi energetici.

EURATEX sostiene le misure adottate dall'UE nel conflitto ucraino-russo, ma chiede all'Unione europea e agli Stati membri di compensare la situazione sostenendo le loro industrie. Le aziende hanno bisogno di accedere all'energia a prezzi ragionevoli, che si tratti di sussidi, rimozione di tasse ambientali o IVA dalle bollette e prezzi massimi. Il passaggio a fonti di energia rinnovabili e più pulite deve accelerare, così da garantire una minore dipendenza. Ma è un processo lungo che non potrà essere realizzato nei prossimi mesi. Ecco perchè l'Europa dovrebbe esaminare urgentemente le opzioni disponibili per controllare tali shock di mercato.

 

 

Pubblicato in comunicazioni

LOGIN

Accedi all'area soci