Sistema Moda Italia

Sistema Moda Italia

Avvertenze

Avvertenze per il corretto uso dei Contratti tipo SMI

I documenti qui proposti sono stati denominati “Contratti tipo” per chiarire che si tratta di testi non vincolanti che, secondo la Federazione SMI, rappresentano una buona pratica a livello legale e tecnico. In essi l’operatore troverà, in effetti, una serie di clausole generali che possono essere utilizzate come base di partenza per determinare i contenuti, ad esempio, di un contratto di nobilitazione tessile o di compravendita di tessuti, valutando liberamente quali articoli utilizzare e in che modo. Pertanto si possono ipotizzare tre diverse modalità di utilizzo dei Contratti tipo SMI:

  • le parti possono decidere che il loro rapporto sarà regolato totalmente secondo quando disposto nel Contratto tipo pertinente, sottoscrivendo l’intero documento e allegandolo all'ordine e conferma d’ordine. È bene precisare che, affinché il Contratto tipo sia opponibile alla controparte, deve:
    • essere firmato da entrambe le parti e allegato all’ordine/conferma d’ordine;
    • oppure, in alternativa, deve essere reso conoscibile dalla controparte, indicando chiaramente nei documenti commerciali la circostanza per cui ad essi si applica un certo Contratto tipo SMI, reperibile sul sito www.sistemamodaitalia.it;
  • le parti possono decidere di prendere spunto dai contenuti di una o più clausole dei Contratti tipo SMI, al fine di regolare uno o più aspetti giuridici del loro rapporto commerciale, anche modificando le singole previsioni per renderle più aderenti alle loro necessità. Anche in questo caso è auspicabile che le parti redigano e sottoscrivano un contratto ad hoc per iscritto, nel quale siano inserite anche le singole clausole prescelte all’interno dei Contratti tipo SMI;
  • le parti possono decidere che i contenuti dei Contratti tipo proposti da SMI non sono idonei a regolare il loro specifico rapporto commerciale, procedendo quindi alla sottoscrizione di un contratto completamente diverso.
  • Avvertenza per la parte legale

    Per quanto concerne la Parte Legale, è bene precisare che quanto sopra non risolve il problema delle clausole vessatorie inserite nei documenti legali, ossia quelle clausole che determinano importanti limitazioni a diritti e facoltà della controparte. Tali clausole, infatti, per essere efficaci, necessitano di una controfirma per espressa approvazione della controparte. In tal senso, per quanto riguarda le casistiche sopra esposte:

    • nell’ipotesi 1, lett. a, e ipotesi 2, basterà apporre la doppia firma nel documento approvando per iscritto le clausole vessatorie, identificate quantomeno per numero;
    • nell’ipotesi 1, lett. b, invece, si dovrà inserire nell’ordine o conferma d’ordine, una formula per approvazione delle clausole vessatorie del seguente tenore “Si dichiara, ai sensi e per gli effetti degli articoli 1341 e 1342 c.c., di aver letto e di approvare espressamente e specificamente tutte le clausole contenute nelle condizioni di vendita, proprie del «Contratto tipo…» della Federazione Sistema Moda Italia, applicabili al presente Ordine/Conferma d’ordine e in particolare quelle contrassegnate con i numeri:…” facendo seguire la numerazione delle clausole indicate come vessatorie alla fine del pertinente Contratto tipo SMI e relativa firma della controparte.

    Avvertenza per la parte tecnica

    Per quanto concerne la Parte Tecnica del "Contratto tipo per la vendita di tessuti ortogonali finiti per abbigliamento", va specificato che quanto riportato nella scheda tecnica proposta deve essere utilizzato come modello dal quale il Venditore prende spunto per redigere la scheda del proprio articolo. Con tale modello si desidera fornire un metodo di lavoro per la compilazione della scheda tecnica, non un obbligo a specificare tutti i parametri ivi indicati. Infatti, nella scheda proposta è riportata una serie di informazioni e parametri, con relativi metodi di analisi, che non sono pertinenti a tutte le tipologie di articolo. Pertanto, le voci devono essere di volta in volta discusse tra Venditore e Compratore per arrivare alla definizione della scheda tecnica dell'articolo poi oggetto della fornitura. La Parte tecnica non prende in considerazione la conformità a normative straniere, anche derivanti da leggi (Stati Uniti, Russia, Cina…). Si ritiene infatti che la conformità dei vari articoli a tali normative non possa essere data per scontata, ma debba essere esplicitamente richiesta dal Committente o acquirente in sede di definizione dei vari aspetti contrattuali, concordando le relative specifiche tecniche e modalità operative opportune.

    MEMBERS AREA